Fiano Puglia Igp

Amure è un vino bianco prodotto da Claudio Quarta vignaiolo a partire da uve Fiano (93%) il cui nome deriva da “Apianum”, perché uva prediletta dalle api. Conosciuto in Irpinia, dove dà origine al Fiano di Avellino, la presenza di questo vitigno dagli acini piccoli è testimoniata in gran parte del sud Italia, particolarmente in Puglia. Per il restante 7% il vino è composto con uve Manzoni Bianco, un uvaggio ottenuto dal professor Luigi Manzoni dall’incrocio tra Riesling Renano e Pinot Bianco, durante una serie di esperimenti condotti negli Anni 30.

I vitigni vengono coltivati con il sistema di allevamento a guyot su terreno di medio impasto, tendente allo sciolto, con abbondante presenza di scheletro. Le uve vengono vendemmiate tra la I e la II decade di agosto, mediante vendemmiatrice meccanizzata, tra la notte e le prime luci dell’alba affinché la bassa temperatura impedisca un avvio spontaneo della fermentazione. La resa finale è di circa 90 ql/ha.

La vinificazione avviene a partire dalle uve che appena raccolte sono pressate sofficemente in pressa pneumatica. La fermentazione è indotta nel mosto fiore con lieviti selezionati e sottoposta ad un attento controllo della temperatura (17-18°C) e alla fine segue l’affinamento in acciaio.

Amure si presenta nel calice con un colore verdognolo/giallo paglierino brillante. Al naso un’armonia di pera, fiori bianchi e agrumi. Al palato è fresco e piacevole con un finale morbido di frutti a polpa bianca.

Abbinamenti: Ideale con pesce, paste e risotti bianchi, uova e omelette con erbe aromatiche.

Peso 1 kg
Formato

Vol.

Amure Fiano Puglia Igp –...

11,90