Visivo: Colore giallo paglierino;

Olfattivo: Al naso sono evidenti le note caratteristiche di frutta fresca, mela verde e banana;

Gusto-olfattivo: Al palato è piacevole, equilibrato e coerente con la tipicità del vitigno.

Tipo: Bianco secco

Categoria: Popular Premium

Zona di produzione: San Costanzo (Pesaro-Urbino) – Marche

Vitigno: Bianchello o Biancame

Ubicazione vigneti: 200 mt slm

Esposizione vigneti: sud – sud est

Forma di allevamento: l’impianto in spalliera; cortina centrale

Età dell’impianto: in media 7 anni

Tipologia terreno: argilloso, calcareo, a volte sabbioso

Ceppi per ettaro: 3000

Resa per ettaro: 10 Ton/Ha

Vendemmia: metà/fine settembre

Tipo di raccolta: uve vendemmiate a mano ed in piccole casse

Vinificazione: pressatura soffice a grappolo intero, decantazione statica dei mosti a freddo. Fermentazione a temperatura controllata in acciaio.

Titolo alcolomentrico: 13% in vol.

Temperatura di servizio: 12-14° in calici di media ampiezza

 

Etimologia del nome “Spicél”

Termine dialettale che indica la località di Spicello: una piccola frazione del comune di San Giorgio di Pesaro (PU) avente circa 33 abitanti, che non dista molto dal paese di San Costanzo. In questo luogo nacque il primo vigneto della famiglia Bruscia, piantato da Bruscia Osvaldo, il primogenito di Bruscia Vittorio e Adele Filippetti. Essi ebbero quattro figli: Osvaldo, Tullio, Dina e Dino. Tullio e Dino saranno i due fondatori, nonché colonne portanti dell’Azienda Agricola Bruscia. Attualmente in Azienda lavorano infatti Dino con i propri due figli: Davide e Paolo con Stefano e Modestino, che sono i figli di Tullio.

Peso 1 kg
Formato

Vol.

Spicél Bianchello del Metauro ...

6,90